BRUNO D'ARCEVIA TRASFORMA IL VINO IN VINO D'ARTISTA Stampa

La nostra selezione più elegante e di prestigio, Donna di Bacco, declina le sue peculiarità anche nel design dell'etichetta che è opera dell'artista manierista Bruno d'Arcevia. Bruno d'Arcevia, al secolo Bruno Bruni, dimostra il suo forte legame con il territorio fin dall'inizio della sua carriera decidendo di abbandonare il suo cognome e di sostituirlo con quello della sua terra di origine, Arcevia in provincia di Ancona.

Questo suo particolare legame con il territorio è stato prezioso anche per CasalFarneto che ha preso in prestito il suo tratto manierista per declinare l'immagine dell'etichetta della selezione di vini più eleganti e prestigiosa, Donna di Bacco.
Una musa, figura ispiratrice per antonomasia, diviene la cifra stilistica di questa gamma di vini ispirata e selezionata.

Anche per CasalFarneto il legame con il territorio è da sempre fondamentale, il vino, in fondo è una delle più grandi espressioni del territorioda cui proviene e si fa narratore della storia dei luoghi in cui è stato prodotto.

Il territorio è l'elemento che rende autentico un vino; passione, sacrificio, cura, amore e tradizione sono i sentimenti che CasalFarneto declina nella sua produzione. L'incontro tra CasalFarneto e l'artista Bruno d'Arcevia è nato proprio all'insegna di questa autenticità.
 
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Per ulteriori informazioni ti invitiamo a consultare la nostra privacy policy.OK